La Comunità e l'Associazione dei Sistemisti Informatici della Pubblica Amministrazione

Ilger

Approvata la #RiformaPA

×

Messaggio di errore

Notice: Undefined property: stdClass::$comment_count in comment_node_page_additions() (linea 728 di /var/www/opensipa/docroot/modules/comment/comment.module).

Il disegno di legge n 1577-B  intitolato "Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle pubbliche amministrazioni"  reca plurime deleghe legislative, concernenti nell'impianto originario del disegno di legge: l'amministrazione digitale e il suo codice; la conferenza di servizi; il silenzio assenso; la segnalazione certificata di inizio attività; la trasparenza delle pubbliche amministrazioni; spesa per intercettazioni; ruolo e funzioni della Presidenza del Consiglio; l'organizzazione dei ministeri, delle agenzie governative, degli enti pubblici non economici, degli uffici di diretta collaborazione dei ministri; la riorganizzazione del Corpo forestale dello Stato e dei corpi di polizia provinciale; il Pubblico registro automobilistico; le Prefetture-Unità territoriali del Governo; l'ordinamento sportivo; le camere di commercio; la dirigenza pubblica; i segretari comunali e provinciali; i dirigenti sanitari; gli enti pubblici di ricerca; il lavoro pubblico; le società partecipate da pubbliche amministrazioni; i servizi pubblici locali di interesse economico generale; la modifica e abrogazione di disposizioni legislative che prevedano l'adozione di provvedimenti attuativi.

Il disegno di legge approvato dal Senato è stato estesamente modificato dalla successiva lettura presso la Camera dei deputati. Ne risulta ampliato il novero di deleghe legislative previste, tale da ricomprendere altresì: l'accelerazione dei procedimenti amministrativi, con riduzione dei loro termini; la riorganizzazione delle autorità portuali; la revisione del reclutamento, stato giuridico e progressione economica delle Forze di polizia tutte; insieme, l'istituzione del numero unico europeo 112, la riorganizzazione dei Vigili del fuoco, la riorganizzazione delle forze operanti in mare; la riorganizzazione delle autorità portuali.

Ancora, a seguito della lettura della Camera si dispone circa l'Ordine al merito della repubblica italiana; gli incarichi direttivi dell'Avvocatura dello Stato; i rapporti tra procedimento penale e procedimento disciplinare per il personale delle Forze armate.

Si norma sui procedimenti giurisdizionali della Corte di conti. Del pari, la Camera dei deputati ha introdotto, entro deleghe già previste, profili ulteriori, quali ad esempio i seguenti: il silenzioassenso non è più solo tra amministrazioni pubbliche ma anche tra queste e gestori di beni e servizi pubblici; la delega circa la prevenzione della corruzione nonché la trasparenza si estende alla precisazione dei contenuti e del procedimento del Piano nazionale anticorruzione, alle white list, al cd. freedom of information act, ed è stato introdotto un novero di previsioni in materia di spesa per intercettazioni; si prevede una Consulta nazionale per l'integrazione delle persone disabili nell'ambiente di lavoro.

Continua a leggere su: http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00934870.pdf

Categoria: